La dieta anti cellulite


Trucchi e consigli per combattere la cellulite




Il problema dell'inestetismo cutaneo denominato cellulite è molto frequente nella popolazione femminile. In questa patologia il sistema venoso e il sistema linfatico sono rallentati e non riescono a far defluire tutti i fluidi extracellulari di scarto, perciò vi è un accumulo di sostanze liquide che conferiscono alla pelle il tipico aspetto a “buccia di arancia”.
Le cause dell'insorgenza della cellulite possono essere molteplici, alcune delle quali genetiche come ad esempio la razza, la familiarità, il sesso ed altre ambientali come ad esempio l' inattività fisica, la cattiva idratazione, l' alimentazione sbagliata, l' assunzione di farmaci.

combattere la cellulite

L'evolversi di questa patologia si può distinguere in tre stadi principali:


1.Primo stadio o cellulite edematosa: è caratterizzata  da uno squilibrio linfatico che si avverte come gonfiore (edema) agli arti (caviglie, polpacci, braccia) dovuto ad un accumulo di grasso e acqua nelle cellule. In questo stadio la pelle è ancora tesa e il fenomeno non è facilmente determinabile.  


2.Secondo stadio o cellulite fibrosa: in questa fase le cellule della zona colpita secernono fibre collagene provocando un ispessimento e un indurimento del derma. Questo processo di difesa esteticamente provoca la cosiddetta “pelle a buccia di arancia” con la formazioni di noduli che si possono sentire al tatto. La pelle diventa più opaca e spenta.


3.Terzo stadio o sclerosi della cellula: Il tessuto diventa duro, freddo e dolente poiché poco vascolarizzato, a causa di un'insufficienza circolatoria aggravata tal volta dal sovrappeso. I capillari dilatati, presenti anche nel secondo, crescono di numero.


E' evidente che una diagnosi precoce e una correzione dello stile di vita tempestivo aumentino le probabilità di far regredire o almeno non peggiorare la patologia.
Di seguito vi diamo alcuni consigli per prevenire l'insorgenza della cellulite o per migliorarne lo stato attuale:



Per quanto concerne l'uso del sale si sa che spesso il sodio viene aggiunto durante la conservazione o la cottura di cibi e bevande. Questa aggiunta rappresenta circa l'80 % dell'apporto totale di sodio di una persona perciò di seguito vi forniamo alcuni consigli su come diminuirne l'apporto:






Alimenti contro gli inestetismi cutanei

Gli alimenti che aiutano la prevenzione della formazione della cellulite sono cibi ricchi di fibre e liquidi come frutta e verdura. Inoltre la frutta e la verdura sono ricche di sostanze antiossidanti che prevengono il deterioramento delle vene e delle arterie del microcircolo e dei vasi linfatici. Le verdure da preferire sono quelle ricche in potassio ed acido ascorbico in grado di contrastare l'accumulo di sodio ( melone, finocchio, banane, albicocche, indivia, pesche, prugne, kiwi, sedano, cipolla, carciofi). Ma il campione degli alimenti anticellulite è il mirtillo nero.

Questo frutto, tipico del sottobosco, contiene l’acido citrico (che ha proprietà protettive nei confronti delle cellule) ma anche l’acido ossalico, l’idrocinnamico e il gamma-linolenico. Inoltre il mirtillo nero è ricco di acido folico, tannini e glucosidi antocianici. Queste sostanze riducono la permeabilità cellulare dei vasi sanguigni e linfatici e migliorano il tessuto connettivo che sostiene i vasi sanguigni e ne migliorano l’elasticità ed il tono.

Tè, tè verde, caffè e mate se non zuccherati possono aiutare ad aumentare l'apporto idrico e accelerare il metabolismo tramite l'effetto termogenico aiutando lo smaltimento delle scorie.

Infine se siete sovrapeso vi consigliamo di fare una dieta dimagrante.





Dott. Alessio Calcagno

Per appuntamento tel:

333 47 61 686

Riceve:

Via Berio 1 ( Cairo Salute)

Cairo Montenotte

Corso Italia 27/1

Savona

Via Grazia Deledda 5

Loano

Home